Le fotografie

Geografia Che cos'è la Geografia? Quaderno delle discipline: pag. 179 Le fotografie Il geografo studia un paesaggio sia attraverso l'osservazione diretta, cioè recandosi sul posto che si desidera studiare, sia attraverso l'osservazione indiretta, ossia utilizzando fotografie di quel territorio. Le fotografie di cui si avvale il geografo possono essere panoramiche, aeree, satellitari e storiche. Fotografia aerea Le fotografie aeree permettono di avere una visione dall’alto di un territorio. Si chiama fotografia aerea zenitale quella scattata da un osservatore che si trova esattamente sopra il luogo che si vuole fotografare.Fotografia storica Le fotografie storiche sono rappresentazioni di un paesaggio scattate nel passato. Il geografo confronta le foto storiche di un territorio con quelle attuali per capire come sia cambiato nel tempo, a opera sia dell’uomo sia dei fenomeni naturali. Fotografia satellitare Le fotografie satellitari sono scattate da satelliti artificiali che orbitano intorno alla Terra. Permettono di vedere ampie parti del nostro pianetaFotografia panoramica Le fotografie panoramiche sono scattate da un osservatore a terra. Permettono di vedere un’ampia porzione di territorio. Si chiama Zenit il punto immaginario che sta esattamente sopra il luogo osservato. Le fotografie di uno stesso territorio, insieme ai dati raccolti dal geografo e dai suoi aiutanti, forniscono al cartografo gli elementi necessari per realizzare una carta geografica. IMPARO a studiare → Comprendo il testo Cancella le parole che non hanno a che vedere con il testo. Il cartografo/biologo usa le fotografia zenitale/storica per capire come rappresentare un luogo visto dall'alto/di lato. Utilizza invece le fotografie satellitari/panoramiche quando deve disegnare ampie porzioni della Terra.

Geografia Che cos'è la Geografia?

Quaderno delle discipline: pag. 179

Le fotografie

Il geografo studia un paesaggio sia attraverso l'osservazione diretta, cioè recandosi sul posto che si desidera studiare, sia attraverso l'osservazione indiretta, ossia utilizzando fotografie di quel territorio. Le fotografie di cui si avvale il geografo possono essere panoramiche, aeree, satellitari e storiche.

Fotografia aerea

Le fotografie aeree permettono di avere una visione dall’alto di un territorio.

Si chiama fotografia aerea zenitale quella scattata da un osservatore che si trova esattamente sopra il luogo che si vuole fotografare.

Fotografia storica

Le fotografie storiche sono rappresentazioni di un paesaggio scattate nel passato.

Il geografo confronta le foto storiche di un territorio con quelle attuali per capire come sia cambiato nel tempo, a opera sia dell’uomo sia dei fenomeni naturali.

Fotografia satellitare

Le fotografie satellitari sono scattate da satelliti artificiali che orbitano intorno alla Terra. Permettono di vedere ampie parti del nostro pianeta

Fotografia panoramica

Le fotografie panoramiche sono scattate da un osservatore a terra. Permettono di vedere un’ampia porzione di territorio.

Si chiama Zenit il punto immaginario che sta esattamente sopra il luogo osservato.

Le fotografie di uno stesso territorio, insieme ai dati raccolti dal geografo e dai suoi aiutanti, forniscono al cartografo gli elementi necessari per realizzare una carta geografica.

IMPARO  a  studiare → Comprendo il testo

 Cancella le parole che non hanno a che vedere con il testo.

Il cartografo/biologo usa le fotografia zenitale/storica per capire come rappresentare un luogo visto dall'alto/di lato. Utilizza invece le fotografie satellitari/panoramiche quando deve disegnare ampie porzioni della Terra.