L'arte nel Neolitico

Storia Preistoria Vivere nel Neolitico L'arte nel Neolitico Già nel Paleolitico, gli uomini primitivi avevano espresso le loro capacità artistiche attraverso le pitture rupestri nelle caverne e la produzione di statuette di terracotta che rappresentavano la Dea-Madre, simbolo di fertilità. Durante il Neolitico le rappresentazioni su roccia, oltre agli animali, avevano per protagonisti gli uomini e le scene della loro vita: la caccia, i duelli, le attività agricole, i riti religiosi. Una tecnica molto diffusa era l'incisione, che veniva realizzata incidendo la superficie con strumenti appuntiti di pietra o di metallo. Nelle incisioni rupestri, dette anche graffiti, la roccia veniva "graffiata" ripetutamente con una punta metallica o con una pietra dura e appuntita. Il segno poteva essere poi colorato con la terra in varie sfumature. Pittura rupestre Graffito Leggo e scopro In Val Camonica (Lombardia) l'antico popolo dei Camuni ci ha lasciato moltissime incisioni rupestri. Le figure umane sono raffigurate spesso in atteggiamento di preghiera e collegate a simboli come cerchi con un punto al centro, che forse rappresentavano il Sole. Menhir e dolmen indicavano una zona sacra. V F Nel Neolitico si usò la tecnica dell'incisione. V F I Camuni ci hanno lasciato molte statuette. V F Il graffito poteva essere colorato con terre. V F
Storia Preistoria   Vivere nel Neolitico L'arte nel Neolitico Già nel Paleolitico, gli uomini primitivi avevano espresso le loro capacità artistiche attraverso le pitture rupestri nelle caverne e la produzione di statuette di terracotta che rappresentavano la Dea-Madre, simbolo di fertilità. Durante il Neolitico le rappresentazioni su roccia, oltre agli animali, avevano per protagonisti gli uomini e le scene della loro vita: la caccia, i duelli, le attività agricole, i riti religiosi. Una tecnica molto diffusa era l'incisione, che veniva realizzata incidendo la superficie con strumenti appuntiti di pietra o di metallo. Nelle incisioni rupestri, dette anche graffiti, la roccia veniva "graffiata" ripetutamente con una punta metallica o con una pietra dura e appuntita. Il segno poteva essere poi colorato con la terra in varie sfumature. Pittura rupestre Graffito Leggo  e  scopro In Val Camonica (Lombardia) l'antico popolo dei Camuni ci ha lasciato moltissime incisioni rupestri. Le figure umane sono raffigurate spesso in atteggiamento di preghiera e collegate a simboli come cerchi con un punto al centro, che forse rappresentavano il Sole. Menhir e dolmen indicavano una zona sacra. V F Nel Neolitico si usò la tecnica dell'incisione. V F I Camuni ci hanno lasciato molte statuette. V F Il graffito poteva essere colorato con terre. V F