L'organizzazione sociale

Storia Preistoria Vivere nel Neolitico L'organizzazione sociale Alla base della società neolitica vi era il clan familiare, cioè un gruppo di persone legate fra loro da vincoli di parentela. Il capo del clan era la persona più anziana, considerata anche la più saggia. I capi dei clan di uno stesso villaggio si riunivano e formavano il consiglio degli anziani, che prendeva le decisioni importanti che riguardavano tutti. All'interno della comunità ognuno collaborava e si specializzava in un lavoro preciso. C'era chi coltivava i campi, chi allevava il bestiame; c'erano gli artigiani, chi costruiva le case e chi si dedicava al commercio. Quando i villaggi si ingrandirono fino a diventare vere e proprie città, comparvero le figure dei guerrieri, incaricati di difendere la città e di conquistare nuove terre da coltivare. Un ruolo importante era svolto anche dai sacerdoti, che si dedicavano ai riti religiosi, affinché gli dèi proteggessero e facessero prosperare la città. IMPARO a studiare → Comprendo il testo Completa le frasi inserendo le parole mancanti. Alla base della società neolitica vi era . Il capo del clan era la persona più . I capi dei clan di uno stesso villaggio formavano . All'interno della comunità ognuno Comparvero due nuove figure i e i . All'interno della comunità si avvertì il bisogno di un capo-villaggio, di solito un uomo saggio che facesse da guida. Con lo sviluppo delle prime città, si nominò un re a cui vennero attribuiti molti poteri.
Storia Preistoria   Vivere nel Neolitico L'organizzazione sociale Alla base della società neolitica vi era il clan familiare, cioè un gruppo di persone legate fra loro da vincoli di parentela. Il capo del clan era la persona più anziana, considerata anche la più saggia. I capi dei clan di uno stesso villaggio si riunivano e formavano il consiglio degli anziani, che prendeva le decisioni importanti che riguardavano tutti. All'interno della comunità ognuno collaborava e si specializzava in un lavoro preciso. C'era chi coltivava i campi, chi allevava il bestiame; c'erano gli artigiani, chi costruiva le case e chi si dedicava al commercio. Quando i villaggi si ingrandirono fino a diventare vere e proprie città, comparvero le figure dei guerrieri, incaricati di difendere la città e di conquistare nuove terre da coltivare. Un ruolo importante era svolto anche dai sacerdoti, che si dedicavano ai riti religiosi, affinché gli dèi proteggessero e facessero prosperare la città. IMPARO  a  studiare → Comprendo il testo  Completa le frasi inserendo le parole mancanti. Alla base della società neolitica vi era   . Il capo del clan era la persona più   . I capi dei clan di uno stesso villaggio formavano   . All'interno della comunità ognuno  Comparvero due nuove figure i   e i   . All'interno della comunità si avvertì il bisogno di un capo-villaggio, di solito un uomo saggio che facesse da guida. Con lo sviluppo delle prime città, si nominò un re a cui vennero attribuiti molti poteri.