L'agricoltura

Storia Preistoria Vivere nel Neolitico Quaderno delle discipline: pag. 171 L'agricoltura La scoperta dell'agricoltura fu la conquista più importante del Neolitico. Già nel Paleolitico erano stati scoperti i cereali. Essi venivano raccolti, macinati con pietre, impastati con acqua e fatti cuocere, ma nessuno aveva mai pensato di coltivarli. Furono probabilmente le donne, mentre raccoglievano bacche ed erbe selvatiche, ad accorgersi che dai semi caduti a terra nascevano nuove piantine. Provarono così a seminare nel terreno dei chicchi e a prendersene cura, ottenendo così ogni anno nuovi raccolti. Le prime piante coltivate furono i cereali, come orzo, miglio, farro, grano; poi vennero coltivati i legumi, come lenticchie, piselli, fave e infine piante che producevano fibre tessili, come il cotone e il lino. Si liberavano i terreni da sterpaglie ed alberi, si arava il campo, si seminava e infine si mietevano le spighe mature. Con l'agricoltura l'uomo iniziò a modificare l'ambiente in cui viveva, adattandolo ai propri bisogni. Leggo e scopro Che cosa si mangiava nel Neolitico? Con il diffondersi dell'agricoltura, i cereali, ricchi di carboidrati, divennero la base dell'alimentazione. I primi ad essere coltivati nel Neolitico furono: Orzo Miglio Frumento Farro IMPARO a studiare → Espongo il testo Riassumi il testo rispondendo a queste domande. Come si utilizzavano i cereali nel Paleolitico? Che cosa capirono le donne del Neolitico? Che cosa si imparò a coltivare? Quali erano le attività dell'agricoltore?
Storia Preistoria   Vivere nel Neolitico Quaderno delle discipline: pag. 171 L'agricoltura La scoperta dell'agricoltura fu la conquista più importante del Neolitico. Già nel Paleolitico erano stati scoperti i cereali. Essi venivano raccolti, macinati con pietre, impastati con acqua e fatti cuocere, ma nessuno aveva mai pensato di coltivarli. Furono probabilmente le donne, mentre raccoglievano bacche ed erbe selvatiche, ad accorgersi che dai semi caduti a terra nascevano nuove piantine. Provarono così a seminare nel terreno dei chicchi e a prendersene cura, ottenendo così ogni anno nuovi raccolti. Le prime piante coltivate furono i cereali, come orzo, miglio, farro, grano; poi vennero coltivati i legumi, come lenticchie, piselli, fave e infine piante che producevano fibre tessili, come il cotone e il lino. Si liberavano i terreni da sterpaglie ed alberi, si arava il campo, si seminava e infine si mietevano le spighe mature. Con l'agricoltura l'uomo iniziò a modificare l'ambiente in cui viveva, adattandolo ai propri bisogni. Leggo  e  scopro Che cosa si mangiava nel Neolitico? Con il diffondersi dell'agricoltura, i cereali, ricchi di carboidrati, divennero la base dell'alimentazione. I primi ad essere coltivati nel Neolitico furono: Orzo Miglio Frumento Farro IMPARO  a  studiare → Espongo il testo  Riassumi il testo rispondendo a queste domande. Come si utilizzavano i cereali nel Paleolitico? Che cosa capirono le donne del Neolitico? Che cosa si imparò a coltivare? Quali erano le attività dell'agricoltore?