La vita dell'uomo nel Paleolitico

Storia Preistoria Vivere nel Paleolitico Quaderno delle discipline: pag. 166 La vita dell'uomo nel Paleolitico Paleolitico Neolitico da 2 milioni di anni fa a 12 000 anni fa All'interno della tribù ciascuno aveva compiti precisi. Le donne si prendevano cura dei bambini e, con il loro aiuto, si dedicavano alla raccolta di frutta, erbe, bacche e legna per accendere il fuoco; inoltre raschiavano e pulivano le pelli che poi cucivano per produrre abiti e tende. Gli uomini si dedicavano alla caccia, che praticavano in gruppo, alla pesca, alla costruzione di attrezzi e armi. Quelli con più esperienza insegnavano ai giovani le tecniche di caccia e i metodi di lavorazione della pietra e del legno. Nel corso del Paleolitico gli uomini iniziarono a seppellire i morti; il corpo del defunto era deposto in posizione fetale, cioè rannicchiata come quella di un bambino nella pancia della mamma. Accanto al defunto venivano posti fiori, vari utensili e collane di conchiglie. 1. Si viveva in caverne oppure in capanne. 2. Con le pelli degli animali, raschiate e cucite con ago e filo, si realizzavano gli indumenti. 3. Donne e bambini raccoglievano frutti, bacche e legna. 4. Per rendere la carne più digeribile, la si cuoceva sul fuoco, che veniva acceso per strofinio o percussione. 5. Gli uomini cacciavano grosse prede. 6. I defunti venivano sepolti. 7. Si lavorava la pietra per produrre utensili. 8. Per pescare si utilizzavano lance, ami, arpioni e reti. 9. Si realizzavano pitture e graffiti all'interno delle caverne.

Storia Preistoria   Vivere nel Paleolitico

Quaderno delle discipline: pag. 166

La vita dell'uomo nel Paleolitico

Paleolitico

Neolitico



da 2 milioni di anni fa a 12 000 anni fa


All'interno della tribù ciascuno aveva compiti precisi. Le donne si prendevano cura dei bambini e, con il loro aiuto, si dedicavano alla raccolta di frutta, erbe, bacche e legna per accendere il fuoco; inoltre raschiavano e pulivano le pelli che poi cucivano per produrre abiti e tende.

Gli uomini si dedicavano alla caccia, che praticavano in gruppo, alla pesca, alla costruzione di attrezzi e armi. Quelli con più esperienza insegnavano ai giovani le tecniche di caccia e i metodi di lavorazione della pietra e del legno.

Nel corso del Paleolitico gli uomini iniziarono a seppellire i morti; il corpo del defunto era deposto in posizione fetale, cioè rannicchiata come quella di un bambino nella pancia della mamma. Accanto al defunto venivano posti fiori, vari utensili e collane di conchiglie.