L'era glaciale e l'uomo di Neanderthal

Storia L'evoluzione dell'uomo e la Preistoria Quaderno delle discipline: pp. 162-163 L'era glaciale e l'uomo di Neanderthal Nel Paleolitico ci furono dei profondi cambiamenti del clima: a periodi in cui il clima era più mite, si alternarono periodi, detti glaciazioni, in cui la temperatura si abbassò notevolmente e i ghiacci ricoprirono molte aree dell'Europa e dell'Asia. In queste zone fredde si estendevano vaste praterie, spesso ricoperte di neve e foreste di pini e abeti dove, oltre a renne e cavalli, vivevano animali ricoperti da pellicce come bisonti, orsi, mammut e rinoceronti. Durante l'ultima glaciazione, circa 250 000 anni fa, nel Nord Europa si sviluppò una specie dalle caratteristiche molto simili all'uomo moderno: l'uomo di Neanderthal. Il suo nome deriva da quello di una piccola valle in Germania (thal, in tedesco) in cui scorre il fiume Neander, dove furono ritrovati i suoi resti fossili. L'uomo di Neanderthal non era molto alto, ma possedeva un corpo robusto e muscoloso, con mani forti e denti molto resistenti. IMPARO a studiare → Organizzo le informazioni Organizza ed esponi le informazioni del testo, rispondendo a queste domande. Come si modificò il clima durante il Paleolitico? Che tipo di vegetazione si diffuse in molte zone dell'Europa e dell'Asia? Quali animali erano adatti a quel tipo di clima? Quale specie umana si sviluppò durante l'era glaciale? L'uomo di Neanderthal era nomade e seguiva le mandrie degli animali che cacciava. Per difendersi dal freddo realizzava indumenti con le pelli degli animali cacciati; costruiva capanne fatte con ossa e pelli e riscaldate da focolari, che venivano tenuti accesi notte e giorno. Sapeva produrre utensili in selce, legno, osso e corno piuttosto elaborati. Gli uomini di Neanderthal vivevano in clan che comprendevano più famiglie. Si prendevano cura dei compagni più deboli e furono tra i primi a seppellire i propri defunti. Circa 40 000 anni fa, con la diffusione di una specie umana più evoluta, l'uomo di Neanderthal si estinse. Leggo e scopro Dall'analisi dei denti, molti dei quali consumati in modo obliquo verso l'esterno, si è capito che venivano usati anche come aiuto ad azioni manuali, ad esempio per lavorare la pelle. IMPARO a studiare → Sottolineo le informazioni Sottolinea, utilizzando colori diversi, le informazioni presenti nel testo riferite a: aspetto fisico attività per procurarsi il cibo attività per difendersi dal freddo attività di tecnologia vita sociale estinzione
Storia L'evoluzione dell'uomo e la Preistoria Quaderno delle discipline: pp. 162-163 L'era glaciale e l'uomo di Neanderthal Nel Paleolitico ci furono dei profondi cambiamenti del clima: a periodi in cui il clima era più mite, si alternarono periodi, detti glaciazioni, in cui la temperatura si abbassò notevolmente e i ghiacci ricoprirono molte aree dell'Europa e dell'Asia. In queste zone fredde si estendevano vaste praterie, spesso ricoperte di neve e foreste di pini e abeti dove, oltre a renne e cavalli, vivevano animali ricoperti da pellicce come bisonti, orsi, mammut e rinoceronti. Durante l'ultima glaciazione, circa 250 000 anni fa, nel Nord Europa si sviluppò una specie dalle caratteristiche molto simili all'uomo moderno: l'uomo di Neanderthal. Il suo nome deriva da quello di una piccola valle in Germania (thal, in tedesco) in cui scorre il fiume Neander, dove furono ritrovati i suoi resti fossili. L'uomo di Neanderthal non era molto alto, ma possedeva un corpo robusto e muscoloso, con mani forti e denti molto resistenti. IMPARO  a  studiare → Organizzo le informazioni  Organizza ed esponi le informazioni del testo, rispondendo a queste domande. Come si modificò il clima durante il Paleolitico? Che tipo di vegetazione si diffuse in molte zone dell'Europa e dell'Asia? Quali animali erano adatti a quel tipo di clima? Quale specie umana si sviluppò durante l'era glaciale? L'uomo di Neanderthal era nomade e seguiva le mandrie degli animali che cacciava. Per difendersi dal freddo realizzava indumenti con le pelli degli animali cacciati; costruiva capanne fatte con ossa e pelli e riscaldate da focolari, che venivano tenuti accesi notte e giorno. Sapeva produrre utensili in selce, legno, osso e corno piuttosto elaborati. Gli uomini di Neanderthal vivevano in clan che comprendevano più famiglie. Si prendevano cura dei compagni più deboli e furono tra i primi a seppellire i propri defunti. Circa 40 000 anni fa, con la diffusione di una specie umana più evoluta, l'uomo di Neanderthal si estinse. Leggo  e  scopro Dall'analisi dei denti, molti dei quali consumati in modo obliquo verso l'esterno, si è capito che venivano usati anche come aiuto ad azioni manuali, ad esempio per lavorare la pelle. IMPARO  a  studiare → Sottolineo le informazioni  Sottolinea, utilizzando colori diversi, le informazioni presenti nel testo riferite a:   aspetto fisico   attività per procurarsi il cibo   attività per difendersi dal freddo   attività di tecnologia   vita sociale   estinzione