I fossili e la fossilizzazione

Storia Che cos'è la Storia? Quaderno delle discipline: pag. 149 I fossili e la fossilizzazione I fossili sono resti pietrificati di piante e animali vissuti milioni di anni fa e conservati negli strati del terreno, nelle rocce e persino nel ghiaccio. È attraverso i fossili che possiamo ricavare preziose informazioni sui primi esseri viventi della Terra. La trasformazione di un organismo in fossile, o fossilizzazione, può avvenire in modi diversi. La pietrificazione o mineralizzazione è il principale processo di fossilizzazione. Si verifica quando un organismo viene rapidamente ricoperto da sedimenti, generalmente vicino a zone paludose, nei mari poco profondi o sul fondo di laghi e fiumi. A Il corpo di un animale morto viene ricoperto dalla terra, dal fango e dalla sabbia. B Inizia la fase di decomposizione, durante la quale le parti molli dell'animale (i muscoli, la pelle, i tessuti) vengono gradualmente distrutti da piccoli organismi. C Lo scheletro viene ricoperto da ulteriori strati di sedimenti che lo isolano dall'acqua. Le ossa, nel corso del tempo, assorbono i minerali dal terreno e il tutto, lentamente, si trasforma in roccia. D I fossili ritrovati vengono disseppelliti attraverso operazioni di scavo. Leggo e scopro Si chiamano fossili guida quei fossili che possono essere utili per individuare l'età delle rocce in cui sono contenuti. Sono organismi vissuti in un arco di tempo relativamente breve e che hanno goduto di un'ampia diffusione. Grazie a loro, è possibile stabilire che rocce, anche situate in luoghi molto distanti, appartengono allo stesso periodo. L'ammonite è un fossile guida dell'Era Secondaria. Altri tipi di fossilizzazione possono essere: Le impronte fossili sono le impronte che animali e piante lasciano nel fango in cui sono stati imprigionati. Il fango poi si indurisce, diventando roccia; con il passare del tempo anche le parti più resistenti del corpo dell'animale o del vegetale si dissolvono, mentre l'impronta si conserva. Sono fossili anche le orme pietrificate lasciate dalle zampe degli animali o dai piedi degli uomini primitivi. Impronta fossile di un'ammonite. La fossilizzazione in ambra avviene quando insetti, fiori e foglie rimangono intrappolati nella resina degli alberi. Con il passare del tempo la resina si indurisce e si trasforma in una sostanza simile al vetro, l'ambra, che conserva al suo interno i resti intatti dell'organismo. Fossile di scorpione conservato nell'ambra. IMPARO a studiare → Osservo e comprendo Osserva le foto degli esseri viventi e collegale ai fossili corrispondenti.
Storia Che cos'è la Storia? Quaderno delle discipline: pag. 149 I fossili e la fossilizzazione I fossili sono resti pietrificati di piante e animali vissuti milioni di anni fa e conservati negli strati del terreno, nelle rocce e persino nel ghiaccio. È attraverso i fossili che possiamo ricavare preziose informazioni sui primi esseri viventi della Terra. La trasformazione di un organismo in fossile, o fossilizzazione, può avvenire in modi diversi. La pietrificazione o mineralizzazione è il principale processo di fossilizzazione. Si verifica quando un organismo viene rapidamente ricoperto da sedimenti, generalmente vicino a zone paludose, nei mari poco profondi o sul fondo di laghi e fiumi. A  Il corpo di un animale morto viene ricoperto dalla terra, dal fango e dalla sabbia. B  Inizia la fase di decomposizione, durante la quale le parti molli dell'animale (i muscoli, la pelle, i tessuti) vengono gradualmente distrutti da piccoli organismi. C  Lo scheletro viene ricoperto da ulteriori strati di sedimenti che lo isolano dall'acqua. Le ossa, nel corso del tempo, assorbono i minerali dal terreno e il tutto, lentamente, si trasforma in roccia. D  I fossili ritrovati vengono disseppelliti attraverso operazioni di scavo. Leggo  e  scopro Si chiamano fossili guida quei fossili che possono essere utili per individuare l'età delle rocce in cui sono contenuti. Sono organismi vissuti in un arco di tempo relativamente breve e che hanno goduto di un'ampia diffusione. Grazie a loro, è possibile stabilire che rocce, anche situate in luoghi molto distanti, appartengono allo stesso periodo. L'ammonite è un fossile guida dell'Era Secondaria. Altri tipi di fossilizzazione possono essere: Le impronte fossili sono le impronte che animali e piante lasciano nel fango in cui sono stati imprigionati. Il fango poi si indurisce, diventando roccia; con il passare del tempo anche le parti più resistenti del corpo dell'animale o del vegetale si dissolvono, mentre l'impronta si conserva. Sono fossili anche le orme pietrificate lasciate dalle zampe degli animali o dai piedi degli uomini primitivi. Impronta fossile di un'ammonite. La fossilizzazione in ambra avviene quando insetti, fiori e foglie rimangono intrappolati nella resina degli alberi. Con il passare del tempo la resina si indurisce e si trasforma in una sostanza simile al vetro, l'ambra, che conserva al suo interno i resti intatti dell'organismo. Fossile di scorpione conservato nell'ambra. IMPARO  a  studiare → Osservo e comprendo  Osserva le foto degli esseri viventi e collegale ai fossili corrispondenti.