Mito degli indiani d'America: L'origine degli animali

L'origine degli animali In origine il Sole aveva un aiutante, che si chiamava Napi. Un giorno Napi si era sdraiato a riposare. Non era abituato a tenere le mani ferme, così afferrò un grosso pezzo d argilla e cominciò a lavorarla per trarne fuori qualcosa. Era un bravo artigiano e riuscì a realizzare la prima gurina, con una bella forma simmetrica. Successivamente ne produsse delle altre e così realizzò le gurine di tutti gli animali della Terra. Appena ne aveva completata una, vi sof ava sopra, le dava un nome e una destinazione. La gurina si animava e cominciava a popolare la Terra. Con l ultima rimanenza di argilla realizzò una gura nuova. Napi ci sof ò sopra e disse: - Ti chiamerai "uomo" e abiterai tra i lupi. - Napi tornò al suo lavoro, ma un giorno arrivarono gli animali a protestare: il bisonte non riusciva a vivere in montagna perché era troppo ripida, le capre della pianura non amavano vivere nell'acqua degli stagni, la tigre non si adattava a vivere vicino al mare e così via. Allora Napi trovò a tutti un posto nuovo in cui vivere. Questa volta furono tutti soddisfatti. Il mito Mito degli indiani d'America Adatt. da E. Giacone, Miti e leggende sulle origini del mondo e dei suoi abitanti, Gaia Per comprendere Z Riordina i fatti narrati numerandoli da 1 a 6. Un giorno gli animali si recarono da Napi a protestare. In ultimo creò una nuova forma di vita e la chiamò "uomo". Esplora il testo Z Colora la colonna laterale per evidenziare la struttura del testo: - in rosso l'inizio; Napi un giorno iniziò a realizzare delle figure di animali in argilla. - in verde lo sviluppo; Soffiava sulle figure, dava loro un nome e una destinazione, ed esse prendevano vita. - in azzurro la conclusione. Alla fine tutti gli animali furono soddisfatti. ti. Napi assegnò loro un nuovo posto per vivere. vere. 53

Mito degli indiani d'America: L'origine degli animali