Gli elementi e la struttura della fiaba: Il giovane e il drago

La fiaba Gli elementi e la struttura della fiaba Esplora il testo Z Sottolinea nel testo gli elementi della fiaba, utilizzando i colori indicati. Tempo indefinito Luogo non precisato Protagonista Antagonista Aiutante Mezzo magico Lotta contro l'antagonista Lieto fine Il giovane e il drago C'era una volta un giovane generoso. Non era ricco: possedeva solo un cavallo. Un giorno decise di montarci sopra e di andare per il mondo a cercare fortuna. Arrivò in un paese sconosciuto, dove tutti avevano la faccia triste. Il giovane, incuriosito, ne chiese la ragione. - Caro ragazzo, - gli dissero - questo è un paese sventurato. Un drago spaventoso con sette teste si annida nelle acque del ume. Ogni giorno, a mezzogiorno in punto, esce dalla sua tana e mangia una giovane. Oggi toccherà alla glia del re. - Oggi non morirà nessuno, perché io ucciderò il drago! - esclamò il giovane. Il re, udendo quelle parole, gli disse: - Tieni questa spada magica. Solo i coraggiosi sono in grado di usarla e tu mi sembri la persona giusta. Il giovane quindi spronò il cavallo verso il corso d'acqua. A mezzogiorno in punto arrivò la principessa e si avvicinò alla riva del ume. L'acqua, all'improvviso, cominciò a ribollire di schiuma e sette teste orribili emersero dalle onde. Il drago si lanciò sulla principessa. Ma il giovane cavaliere gli corse incontro facendo ruotare la spada magica. Si accese una lotta furibonda e... zac, zac, zac, sette teste caddero una dopo l'altra. Il drago era nalmente vinto e tutti tirarono un respiro di sollievo. Il cavaliere, naturalmente, sposò la principessa e vissero a lungo felici e contenti. G. Coretti, I miti e le favole più antiche, Editrice Piccoli 38

Gli elementi e la struttura della fiaba: Il giovane e il drago