La coperta bianca

I NVE RNO Esplora il testo Z I fenomeni atmosferici nel testo sono espressi in modo: scientifico. fantastico. Z A che cosa viene paragonata l'erba coperta di brina al mattino? A un ricamo. A un uomo con barba e baffi bianchi. Z Che cosa accade quando l'aria fredda passa tra le nuvole? Si formano le stelle. Si formano i fiocchi di neve. La coperta bianca L'aria fredda passava tra le cose e le ricamava. Passava e appendeva palline bianche e trasparenti un po' dappertutto: sui rami, sull'erba. Se l'erba, di notte, invece di dormire sotto la coperta grigia del cielo, alzava la testolina e stava a parlare con le stelle, l'aria gelida gliela faceva bella: una lunga carezza gelida e il mattino l'erba si ritrovava con barba e baf bianchi. Un giorno l'aria fredda passò tra le nuvole e disse: - venuta l'ora di mettere a letto il mondo e occorre una grande coperta bianca. - Una coperta bianca grande così non c'è. - rispose una nuvola. - Voi sarete la grande coperta bianca! - esclamò l'aria fredda. Appena le vide radunate come tante pecore, salì in alto, le s orò con la sua carezza e incominciò la più bella magia: le goccioline dentro le nuvole si strinsero fra di loro e diventarono stelline bianche, milioni di stelline che cominciarono a volare per il cielo come tante piccole farfalle in cerca di un posto dove posarsi. - Cerchiamo un posto bello e stiamo vicine. - si dicevano le amiche. - Io casco laggiù dove c'è l'erba verde. - diceva una. - Io sulla terra nera. - diceva un'altra. E se non c'era più posto, si mettevano una sulle spalle dell'altra, ammucchiate. M. Lodi, Bandiera, Einaudi Scuola 152

La coperta bianca