La rima: Il secondo cassetto - Identità, Desideri

Il testo poetico La rima La rimaLa rima contribuisce a dare ritmo e musicalità al testo poetico. Si ottiene una rima quando le parole poste alla fine dei versi hanno un suono finale uguale tra loro. ESISTONO DIVERSI TIPI DI RIMA: RIMA BACIATA Due versi consecutivi rimano tra loro, seguendo lo schema AA BB. RIMA ALTERNATA La rima si ripete in un verso sì e in uno no, seguendo lo schema AB AB. Il secondo cassetto In ogni casa c'è una stanza da letto, un comò con un secondo cassetto. Cerchi una noce, un bottone, un merletto? Ma insomma! Son lì, nel secondo cassetto. La sciarpa, i guanti, il berretto? Ma è chiaro, son lì, nel secondo cassetto. La foto di nonna, l'anello, il cerchietto, le chiavi, la borsa, il fazzoletto? Tutti a posto, nel secondo cassetto. Ma i sogni, i ricordi, le gaie illusioni queste mie cose, dove le metto? Mettile via, nel secondo cassetto, e quando ti va e ne senti il bisogno allunga la mano e accarezza il tuo sogno. G. Bellot, La torta storta, Nuove Edizioni Romane Esplora il testo Trova nella poesia le parole che fanno rima tra loro ed evidenziale nello stesso colore. Nel testo c'è una parola che non fa rima con nessun'altra. Trovala e scrivi tre parole sul quaderno che facciano rima con essa. Identità Rima baciata Se sei un corvo con il becco tutto giALLO A rimani nero e non fare il pappagALLO. A Se sei giraffa mostra fiera quel tuo cOLLO B se sei tacchino non ti trasformare in pOLLO. B Se sei lombrico e non vuoi aver rivali non ti spacciare per un cobra con gli occhiali. E l'ippopotamo che sta leggero a galla non può volare come fosse una farfalla. Ognuno è bello quando ciò che vedi fuori ti rappresenta veramente i suoi colori. Ognuno è bello per com'è, per quel che vale e non importa se son grilli o son cicale. J. Carioli, L'alfabeto dei sentimenti, Fatatrac Esplora il testo Scrivi la prima poesia nel quaderno cambiando lo schema AABB nello schema ABAB. Poi, rispondi alla domanda: è cambiato il significato della poesia? Scrivi la seconda poesia nel quaderno cambiando lo schema ABAB nello schema AABB. Ora rispondi alla domanda: il ritmo della poesia è rimasto uguale? Desideri Rima alternata Voglio l'erba sulla pELLE A Voglio correre nei vENTI B E lo zucchero di stELLE A Voglio romperlo tra i dENTI B Voglio far le mie domande Ad un albero, ad un fiume Voglio diventare grande Senza perdere le piume Voglio i nomi ed i cognomi Delle cose che non so Voglio due cugini gnomi Voglio quello che già ho Voglio il sole di domani Con le lucciole di ieri Voglio qua, sopra le mani Desideri, desideri! B. Tognolini, Rima rimani, Salani

Il testo poetico

La rima

La rima

La rima contribuisce a dare ritmo e musicalità al testo poetico. Si ottiene una rima quando le parole poste alla fine dei versi hanno un suono finale uguale tra loro.

ESISTONO DIVERSI TIPI DI RIMA:


RIMA BACIATA

Due versi consecutivi rimano tra loro, seguendo lo schema AA BB.


RIMA ALTERNATA

La rima si ripete in un verso sì e in uno no, seguendo lo schema AB AB.

Il secondo cassetto

In ogni casa c'è una stanza da letto,

un comò con un secondo cassetto.

Cerchi una noce, un bottone, un merletto?

Ma insomma! Son lì, nel secondo cassetto.

La sciarpa, i guanti, il berretto?

Ma è chiaro, son lì, nel secondo cassetto.

La foto di nonna, l'anello, il cerchietto,

le chiavi, la borsa, il fazzoletto?

Tutti a posto, nel secondo cassetto.

Ma i sogni, i ricordi, le gaie illusioni

queste mie cose, dove le metto?

Mettile via, nel secondo cassetto,

e quando ti va e ne senti il bisogno

allunga la mano e accarezza il tuo sogno.


  G. Bellot, La torta storta, Nuove Edizioni Romane

Identità  Rima baciata

Se sei un corvo con il becco tutto giALLO    A

rimani nero e non fare il pappagALLO.    A

Se sei giraffa mostra fiera quel tuo cOLLO    B

se sei tacchino non ti trasformare in pOLLO.    B

Se sei lombrico e non vuoi aver rivali

non ti spacciare per un cobra con gli occhiali.

E l'ippopotamo che sta leggero a galla

non può volare come fosse una farfalla.

Ognuno è bello quando ciò che vedi fuori

ti rappresenta veramente i suoi colori.

Ognuno è bello per com'è, per quel che vale

e non importa se son grilli o son cicale.


   J. Carioli, L'alfabeto dei sentimenti, Fatatrac

Desideri  Rima alternata

Voglio l'erba sulla pELLE    A

Voglio correre nei vENTI    B

E lo zucchero di stELLE    A

Voglio romperlo tra i dENTI    B

Voglio far le mie domande

Ad un albero, ad un fiume

Voglio diventare grande

Senza perdere le piume

Voglio i nomi ed i cognomi

Delle cose che non so

Voglio due cugini gnomi

Voglio quello che già ho

Voglio il sole di domani

Con le lucciole di ieri

Voglio qua, sopra le mani

Desideri, desideri!


  B. Tognolini, Rima rimani, Salani