Il mezzo magico - Le prove da superare: Le tre noci

La fiaba Il mezzo magicoLe prove da superare Le tre noci C'era una volta un regno minacciato da un malvagio stregone. Egli diceva che avrebbe trasformato tutti i bambini in topi se gli abitanti non gli avessero consegnato tutte le loro ricchezze. Il re, preoccupato, convocò il popolo e dichiarò che avrebbe concesso il suo trono e la mano di sua figlia a chi fosse riuscito a sconfiggerlo. Un giovane, coraggiosamente, si offrì come volontario. Fu quindi condotto nelle scuderie, scelse un cavallo e partì. Lungo il tragitto incontrò un vecchio che chiedeva la carità. Il ragazzo, pur essendo povero, gli diede qualche soldo e un tozzo di pane, l'unico cibo che aveva con sé. L'uomo, per sdebitarsi, gli porse tre noci e disse: – Queste sono tre noci magiche: la prima contiene la sincerità, la seconda la fedeltà e la terza il coraggio. Durante il tuo cammino dovrai superare queste tre prove e dopo ognuna dovrai aprire la noce corrispondente: se la noce si aprirà riceverai un dono, altrimenti morirai. Il ragazzo, un po' spaventato, ringraziò e se ne andò. Dopo aver percorso un altro tratto di strada incontrò un uomo vestito stranamente che gli chiese: – Debbo del denaro al re dell'Ovest, per caso sei tu? Il ragazzo non aveva soldi e quel denaro gli avrebbe fatto molto comodo, ma disse: – No, non sono io. Poi pensò: “Questa deve essere la prova della sincerità”, e cercò di aprire la prima noce. Ci riuscì e, appena aperta, ne uscì una gran luce. La noce scomparve e al suo posto rimase una spada con la lama d'acciaio e l'impugnatura d'oro. Più avanti il ragazzo incontrò un cavaliere che gli disse: – Io ti darò cibo in abbondanza, un castello e ti farò cavaliere, basta che tu non torni più dal tuo re. Il ragazzo, senza indugio, rispose di no e continuò il suo viaggio, pensando: “Questa deve essere la prova di fedeltà”. Cercò di aprire la seconda noce, che scomparve lasciando al suo posto un'armatura. Ancora più avanti vide una fanciulla che veniva portata via con la forza. Egli la liberò e fece scappare i due malviventi. La ragazza lo ringraziò ed egli pensò che si trattasse della prova di coraggio. Provò ad aprire la terza noce, da cui uscì cibo in abbondanza. Armato e rifocillato, il giovane arrivò finalmente al castello dello stregone. Vi entrò. Le sale erano piene di specchi. All'improvviso se lo trovò di fronte. Il ragazzo gli urlò senza paura: – Sono venuto a salvare il mio regno! Iniziarono a combattere e, dopo una lotta senza esclusione di colpi, riuscì a sconfiggerlo. Tornò quindi a casa, dove sposò la figlia del re e divenne il nuovo sovrano. E vissero tutti felici e contenti. P. Curzi, I media da «Mega 2», n. 3, marzo 1996 Esplora il testo Collega con una freccia i personaggi ai rispettivi ruoli. Il ragazzo Lo stregone Il vecchio Aiutante Protagonista Antagonista Rispondi. Qual è il mezzo magico presente nella fiaba? Da chi è stato donato? Per comprendere In quale ordine il ragazzo ha affrontato le tre prove? Numerale da 1 a 3. Prova della fedeltà. Prova del coraggio. Prova della sincerità. In che modo il ragazzo riesce a superare le tre prove? Segna con una X solo le frasi giuste. Offre tre noci a un vecchio affamato. Dice di non essere il re dell'Ovest. Rinuncia alle offerte di un cavaliere. Aiuta la principessa a fuggire dalla torre. Libera una fanciulla rapita dai malviventi. Esplora il testo Riconosci la struttura del testo e separa con una linea le tre parti che lo compongono: inizio; sviluppo; conclusione.

La fiaba

Il mezzo magico
Le prove da superare

Le tre noci

C'era una volta un regno minacciato da un malvagio stregone. Egli diceva che avrebbe trasformato tutti i bambini in topi se gli abitanti non gli avessero consegnato tutte le loro ricchezze. Il re, preoccupato, convocò il popolo e dichiarò che avrebbe concesso il suo trono e la mano di sua figlia a chi fosse riuscito a sconfiggerlo. Un giovane, coraggiosamente, si offrì come volontario. Fu quindi condotto nelle scuderie, scelse un cavallo e partì.

Lungo il tragitto incontrò un vecchio che chiedeva la carità. Il ragazzo, pur essendo povero, gli diede qualche soldo e un tozzo di pane, l'unico cibo che aveva con sé. L'uomo, per sdebitarsi, gli porse tre noci e disse:

– Queste sono tre noci magiche: la prima contiene la sincerità, la seconda la fedeltà e la terza il coraggio. Durante il tuo cammino dovrai superare queste tre prove e dopo ognuna dovrai aprire la noce corrispondente: se la noce si aprirà riceverai un dono, altrimenti morirai.

Il ragazzo, un po' spaventato, ringraziò e se ne andò. Dopo aver percorso un altro tratto di strada incontrò un uomo vestito stranamente che gli chiese:

– Debbo del denaro al re dell'Ovest, per caso sei tu?

Il ragazzo non aveva soldi e quel denaro gli avrebbe fatto molto comodo, ma disse: – No, non sono io.

Poi pensò: “Questa deve essere la prova della sincerità”, e cercò di aprire la prima noce. Ci riuscì e, appena aperta, ne uscì una gran luce. La noce scomparve e al suo posto rimase una spada con la lama d'acciaio e l'impugnatura d'oro.

Più avanti il ragazzo incontrò un cavaliere che gli disse:

– Io ti darò cibo in abbondanza, un castello e ti farò cavaliere, basta che tu non torni più dal tuo re.

Il ragazzo, senza indugio, rispose di no e continuò il suo viaggio, pensando: “Questa deve essere la prova di fedeltà”. Cercò di aprire la seconda noce, che scomparve lasciando al suo posto un'armatura.

Ancora più avanti vide una fanciulla che veniva portata via con la forza. Egli la liberò e fece scappare i due malviventi. La ragazza lo ringraziò ed egli pensò che si trattasse della prova di coraggio. Provò ad aprire la terza noce, da cui uscì cibo in abbondanza.

Armato e rifocillato, il giovane arrivò finalmente al castello dello stregone. Vi entrò. Le sale erano piene di specchi. All'improvviso se lo trovò di fronte. Il ragazzo gli urlò senza paura:

– Sono venuto a salvare il mio regno!

Iniziarono a combattere e, dopo una lotta

senza esclusione di colpi, riuscì a sconfiggerlo.

Tornò quindi a casa, dove sposò la figlia del re e divenne il nuovo sovrano.

E vissero tutti felici e contenti.


  P. Curzi, I media da «Mega 2», n. 3, marzo 1996

Per comprendere

 In quale ordine il ragazzo ha affrontato le tre prove? Numerale da 1 a 3.

  Prova della fedeltà.

  Prova del coraggio.

  Prova della sincerità.


 In che modo il ragazzo riesce a superare le tre prove? Segna con una X solo le frasi giuste.

  Offre tre noci a un vecchio affamato.

  Dice di non essere il re dell'Ovest.

  Rinuncia alle offerte di un cavaliere.

  Aiuta la principessa a fuggire dalla torre.

  Libera una fanciulla rapita dai malviventi.