Letture per capire: Pietro Pomodoro

Il testo narrativo Letture per capire Pietro Pomodoro Inizio • situazione iniziale Oggi Pietro è in ritardo a scuola. Cerca di arrivare in fretta al suo banco: preferisce non farsi notare. Però inciampa e fa appena in tempo ad aggrapparsi a una sedia. “Ecco, lo sapevo” pensa Pietro mentre già diventa rosso. “Adesso tutti rideranno...”. Sviluppo • parte centrale Riccardo, il compagno di classe che somiglia a una faina, dice all'improvviso: – Ssssh, tutti zitti! La classe si zittisce. – Silenzio! Passa il Pomodoro! – esclama a gran voce la Faina. La maestra rimprovera Riccardo, ma da quel giorno, c'è sempre qualcuno pronto a strillargli: – Attenti! Passa il Pomodoro! Pietro non vuole più andare a scuola. – Devi affrontare questa faccenda seriamente, Pietro. È la timidezza. Il tuo avversario si nasconde dentro di te. Ma tu non vuoi dargliela vinta, giusto? – gli dice nonno Valentino. L'indomani la maestra di inglese vuole che tutti i bambini facciano un'autopresentazione. Pietro non vorrebbe affrontare la prova. – Tocca a te, Pietro – lo incoraggia la maestra Paola. – My name is... “Reagisci!”. Nella testa sente il nonno che lo incita a rispondere. – My name is Pietro, Pietro the Tomato! Conclusione • parte finale I compagni lo guardano allibiti, poi scoppiano a ridere, e anche Pietro ride con loro! Riccardo è l'unico che non ride. – Meriti dieci, Pietro. Chi sa ridere nelle difficoltà è un campione! – si complimenta la maestra. Adatt. da D. Palumbo, Pietro Pomodoro, Mondadori Elementi del testo narrativo Tempo Luogo Personaggio principale Personaggi secondari Ricorda In un testo narrativo gli indicatori di luogo sono le parole che indicano DOVE si svolgono i fatti. Gli indicatori temporali sono le parole che indicano QUANDO avvengono i fatti narrati. Per comprendere La struttura del testo narrativo prevede un INIZIO, uno SVILUPPO e una CONCLUSIONE. Riassumi il racconto completando la traccia seguente. INIZIO Situazione iniziale Pietro arriva a in ritardo. Inciampa, diventa tutto e teme che i suoi ridano di lui. Sviluppo Parte centrale lo chiama " " e da allora c'è sempre qualcuno che Pietro non vuole più ma il nonno lo convince che Durante l'autopresentazione in , Pietro trova il coraggio di chiamare se stesso " " Conclusione Parte finale Per la maestra Pietro è un perché ha saputo Esplora il testo Individua le caratteristiche del testo narrativo. Il racconto che hai letto è: realistico. fantastico. In quale parte del racconto vengono presentati il personaggio principale, il tempo ed il luogo della storia? Inizio. Sviluppo. Conclusione. Chi è il protagonista di questo racconto? Pietro. Riccardo. Il nonno. In quale parte del racconto vengono esposti i fatti che accadono? Inizio. Sviluppo. Conclusione.
Il testo narrativo  Letture per capire Pietro Pomodoro Inizio • situazione iniziale Oggi Pietro è in ritardo a scuola. Cerca di arrivare in fretta al suo banco: preferisce non farsi notare. Però inciampa e fa appena in tempo ad aggrapparsi a una sedia. “Ecco, lo sapevo” pensa Pietro mentre già diventa rosso. “Adesso tutti rideranno...”. Sviluppo • parte centrale Riccardo, il compagno di classe che somiglia a una faina, dice all'improvviso: – Ssssh, tutti zitti! La classe si zittisce. – Silenzio! Passa il Pomodoro! – esclama a gran voce la Faina. La maestra rimprovera Riccardo, ma da quel giorno, c'è sempre qualcuno pronto a strillargli: – Attenti! Passa il Pomodoro! Pietro non vuole più andare a scuola. – Devi affrontare questa faccenda seriamente, Pietro. È la timidezza. Il tuo avversario si nasconde dentro di te. Ma tu non vuoi dargliela vinta, giusto? – gli dice nonno Valentino. L'indomani la maestra di inglese vuole che tutti i bambini facciano un'autopresentazione. Pietro non vorrebbe affrontare la prova. – Tocca a te, Pietro – lo incoraggia la maestra Paola. – My name is... “Reagisci!”. Nella testa sente il nonno che lo incita a rispondere. – My name is Pietro, Pietro the Tomato! Conclusione • parte finale I compagni lo guardano allibiti, poi scoppiano a ridere, e anche Pietro ride con loro! Riccardo è l'unico che non ride. – Meriti dieci, Pietro. Chi sa ridere nelle difficoltà è un campione! – si complimenta la maestra.   Adatt. da D. Palumbo, Pietro Pomodoro, Mondadori Elementi del testo narrativo  Tempo   Luogo   Personaggio principale   Personaggi secondari  Ricorda In un testo narrativo gli indicatori di luogo sono le parole che indicano DOVE si svolgono i fatti. Gli indicatori temporali sono le parole che indicano QUANDO avvengono i fatti narrati. Per comprendere   La struttura del testo narrativo prevede un INIZIO, uno SVILUPPO e una CONCLUSIONE. Riassumi il racconto completando la traccia seguente. INIZIO   Situazione iniziale Pietro arriva a    in ritardo. Inciampa, diventa tutto    e teme che i suoi    ridano di lui. Sviluppo   Parte centrale    lo chiama "  " e da allora c'è sempre qualcuno che    Pietro non vuole più   ma il nonno lo convince che    Durante l'autopresentazione in   , Pietro trova il coraggio di chiamare se stesso "  " Conclusione   Parte finale Per la maestra Pietro è un    perché ha saputo     Esplora il testo Individua le caratteristiche del testo narrativo.  Il racconto che hai letto è:    realistico.    fantastico.  In quale parte del racconto vengono presentati il personaggio principale, il tempo ed il luogo della storia?   Inizio.    Sviluppo.    Conclusione.  Chi è il protagonista di questo racconto?   Pietro.    Riccardo.    Il nonno.  In quale parte del racconto vengono esposti i fatti che accadono?   Inizio.    Sviluppo.    Conclusione.