Descrizione di animali: il confronto: Ciripò, gatto sbadato

Il testo descrittivo Descrizione di animali: il confronto Ciripò, gatto sbadato La famiglia di Ciripò era molto conosciuta a Gattopoli. Tutti sapevano che Mammagatta e Papagatto avevano due figli carini ed educati, ma decisamente diversi l'uno dall'altro; uno nero nero con il mantello liscio e corto, l'altra chiara, di color crema, con il pelo lungo e arruffato che sembrava un batuffolo di lana pecorina. Baffettina era vivace, curiosa di tutto, coraggiosa e intraprendente. Ciripò invece, oltre che pauroso, era pigro e distratto, ma soprattutto lento. Quanto lui era silenzioso tanto sua sorella era chiacchierona, quanto lei era veloce e petulante tanto lui era lentissimo nel fare le cose o nel dare una risposta. Ciripò impiegava secoli per alzarsi dalla sua cuccia e passava ore e ore a guardarsi attorno o, meglio, a non perdere di vista la sua mamma. Quando camminava, aveva sempre la testa tra le nuvole o girata a vedere cosa stava facendo Mammagatta. A volte sbatteva contro la gamba di un tavolo o finiva dentro la ciotola dell'acqua, ma poiché andava pianissimo non gli succedeva un granché. G. Franchini, G. Maiolo, Le emozioni di Ciripò, Erickson Scrivi tu Descrivi un animale seguendo un ordine logico: comincia con l'aspetto fisico, poi descrivi il carattere ed infine come si comporta. Per comprendere Metti in evidenza le differenze tra Ciripò e Baffettina, completando lo schema. Ciripò Baffettina Aspetto fisico Pelo color → Mantello → Carattere →

Il testo descrittivo

Descrizione di animali:
il confronto

Ciripò, gatto sbadato

La famiglia di Ciripò era molto conosciuta a Gattopoli. Tutti sapevano che Mammagatta e Papagatto avevano due figli carini ed educati, ma decisamente diversi l'uno dall'altro; uno nero nero con il mantello liscio e corto, l'altra chiara, di color crema, con il pelo lungo e arruffato che sembrava un batuffolo di lana pecorina. Baffettina era vivace, curiosa di tutto, coraggiosa e intraprendente. Ciripò invece, oltre che pauroso, era pigro e distratto, ma soprattutto lento.

Quanto lui era silenzioso tanto sua sorella era chiacchierona, quanto lei era veloce e petulante tanto lui era lentissimo nel fare le cose o nel dare una risposta. Ciripò impiegava secoli per alzarsi dalla sua cuccia e passava ore e ore a guardarsi attorno o, meglio, a non perdere di vista la sua mamma. Quando camminava, aveva sempre la testa tra le nuvole o girata

a vedere cosa stava facendo Mammagatta.

A volte sbatteva contro la gamba di un tavolo o finiva dentro la ciotola dell'acqua, ma poiché andava pianissimo non gli succedeva un granché.


  G. Franchini, G. Maiolo, Le emozioni di Ciripò, Erickson

Per comprendere

  Metti in evidenza le differenze tra Ciripò e Baffettina, completando lo schema.


Ciripò Baffettina
Aspetto fisico
Pelo color 
 
 
Mantello   
 
Carattere →