Descrizione di animali: dati sensoriali: Gli elefanti

Il testo descrittivo Descrizione di animali:dati sensoriali Gli elefanti Durante il mio viaggio in Tanzania solo una volta vidi degli elefanti. Vidi un grosso maschio con la sua femmina e il figlio che avanzavano lentamente in fila indiana a una cinquantina di metri dalla strada, ai margini della foresta. Fermai la macchina ma non scesi. Gli elefanti non si accorsero di me e potei continuare a guardarli per un bel pezzo. Queste massicce, placide, creature emanavano un gran senso di pace e di serenità. La pelle pendeva floscia sui loro corpi come vestiti ereditati da antenati più grandi di loro, con i calzoni che facevano ridicole borse. Erano erbivori e dunque non dovevano cacciare e uccidere per sopravvivere nella giungla, e nessun altro animale selvaggio osava minacciarli. L'unico pericolo erano i crudeli esseri umani, soprattutto i cacciatori in cerca del prezioso avorio delle loro zanne, ma quella famigliola di elefanti non pareva aver ancora incontrato simili orrori. Sembrava che conducessero una vita di perfetta beatitudine. Rid. da R. Dahl, In solitario, Salani Per comprendere Leggi e completa. Gli elefanti sono erbivori perciò non devono L'unico pericolo per gli elefanti era Esplora il testo Indica con una X la risposta corretta. La descrizione degli elefanti ha inizio: dal generale: dove sono, come si muovono. dal particolare: il loro aspetto fisico. Il testo utilizza un linguaggio ricco di aggettivi qualificativi. Sottolinea tutti quelli che si riferiscono agli elefanti. Nel testo c'è anche una similitudine: indica con una X la risposta esatta. La pelle degli elefanti, che pende floscia sui loro corpi assomiglia: ad un vestito troppo grande. ad un vecchio antenato. ad un enorme borsone.
Il testo descrittivo Descrizione di animali:dati sensoriali Gli elefanti Durante il mio viaggio in Tanzania solo una volta vidi degli elefanti. Vidi un grosso maschio con la sua femmina e il figlio che avanzavano lentamente in fila indiana a una cinquantina di metri dalla strada, ai margini della foresta. Fermai la macchina ma non scesi. Gli elefanti non si accorsero di me e potei continuare a guardarli per un bel pezzo. Queste massicce, placide, creature emanavano un gran senso di pace e di serenità. La pelle pendeva floscia sui loro corpi come vestiti ereditati da antenati più grandi di loro, con i calzoni che facevano ridicole borse. Erano erbivori e dunque non dovevano cacciare e uccidere per sopravvivere nella giungla, e nessun altro animale selvaggio osava minacciarli. L'unico pericolo erano i crudeli esseri umani, soprattutto i cacciatori in cerca del prezioso avorio delle loro zanne, ma quella famigliola di elefanti non pareva aver ancora incontrato simili orrori. Sembrava che conducessero una vita di perfetta beatitudine.   Rid. da R. Dahl, In solitario, Salani Per comprendere   Leggi e completa. Gli elefanti sono erbivori perciò non devono  L'unico pericolo per gli elefanti era  Esplora il testo  Indica con una X la risposta corretta. La descrizione degli elefanti ha inizio:   dal generale: dove sono, come si muovono.   dal particolare: il loro aspetto fisico.  Il testo utilizza un linguaggio ricco di aggettivi qualificativi. Sottolinea tutti quelli che si riferiscono agli elefanti.  Nel testo c'è anche una similitudine: indica con una X la risposta esatta. La pelle degli elefanti, che pende floscia sui loro corpi assomiglia:   ad un vestito troppo grande.   ad un vecchio antenato.   ad un enorme borsone.