Il tamburo

Noi bambini, a casa IL TAMBURO Parlo di me il tamburo il mio strumento preferito. Appena torno da scuola, subito attacco a suonarlo. - Ah no, eh! - scoppia la mamma - Non ricominciare! Il papà dice che gli faccio venire gli incubi la notte, quando suono. I vicini stanno attenti alla direzione del vento, preoccupati che soffi verso di loro. oro. Quando la mia zia preferita, Kamala, è venuta enuta a trovarmi, ho messo su un concertino mica a male. Da allora, non so perché, non è mai più venuta a trovarmi e mi manda soltanto una cartolina olina al mio compleanno. E pensare che gira tutto utto il mondo per lavoro. Forse adesso conosce ce dei ritmi nuovi, di quelli che suonano nel Perù o a Timbuktù. Z Tu suoni uno strumento musicale? Z Se no, quale ti piacerebbe imparare a suonare? A. Ferrara, Pane arabo a merenda, Falzea Editore Rifletto sulla lingua Z Sottolinea nel testo le parole che contengono no MB - MP. Z Scrivine altre che ti vengono in mente sul tuo uo quaderno. io comprendo Z Segna con una la risposta esatta. Da come si comportano i genitori, i vicini e la zia si può capire che: Il protagonista: il protagonista suona in modo molto fastidioso. non pensa di suonare tanto male. il protagonista riscuote molto successo di pubblico. si rende conto di dare un po' fastidio. 49

Il tamburo