Dolce dolce

Noi bambini, a casa DOLCE DOLCE Parlo di me - Tesoooooro! - disse nonna Teresa Z Qual è il tuo correndo ad abbracciare Tobia, dolce preferito? appena sceso dalla macchina Racconta. con la sua mamma. - Fatti vedere! Come sei cresciuto! Tobia, sette anni, occhi neri come la liquirizia, si ritrovò quasi incapace di respirare, stretto alla pancia enorme di sua nonna. - Ciao nonna... ciao... - riuscì a dire a stento, guardandola da sotto in su, immerso in un profumo di vaniglia e caramello. - Venite dentro, forza! - disse la nonna indicando la porta di casa lasciata socchiusa. Tobia entrò felice in quell'ambiente così caro e familiare. C'era la dispensa con sopra il cesto della frutta; accanto, il camino e il fornello con le pentole che bollivano; in mezzo, l'enorme tavolo di noce, ingombro di pentole e giornali. E sopra il tavolo... la ciambella gialla con le granelle di zucchero! - Sììì! - esclamò Tobia - è il mio dolce preferito! M. Albertini, gelosia, piccolo Tobia!, Raffaello io comprendo Z Chi è il protagonista del racconto? Z Chi sono i personaggi secondari? Z Dove si svolgono i fatti narrati? Z Che cosa rende felice Tobia? 40
Dolce dolce