Il Cavalier Gentile

Storie di magia e fantasia Il Cavalier Gentile La principessa Arriccia cerca marito. Vuole un cavaliere forte e coraggioso. - Mi dovrà portare un cuore di drago per dimostrarlo - dice, e arriccia il naso. Finora nessuno ci è riuscito. Ci prova il Cavalier Gentile, che viaggia e chiede sempre tutto per cortesia. - Avete un drago da queste parti, per cortesia? Tutti gli dicono di no, ma gli chiedono aiuto per qualcosa. È così gentile! - Mi aiuti a spostare la legna, per favore? - chiede un vecchio contadino. - Mi aiuti a cacciare la volpe mangiagalline? - chiede una vecchietta. E lui, gentilissimo, sposta un quintale di legna, caccia la volpe e salva le galline. Insomma, aiuta tutti. Cambia ruote di carri, dà passaggi sul suo destriero, invita a cena un anziano signore senza un soldo. Poi trova il drago. - Per favore, non uccidermi! - piagnucola il drago. Il Cavalier Gentile non lo uccide. Ha chiesto per favore. Così lo addomestica e si presenta da Arriccia. - Ti ho portato un drago intero! - Ma non l'hai ucciso. Non sei forte e coraggioso! - dice la principessa e arriccia il naso. Così il Cavalier Gentile se ne va, anche se è davvero il più forte e coraggioso. È così coraggioso da conquistare il cuore di un drago e così forte da non uccidere. L. Walter, Storie brevi, molto brevi, molto molto brevi, Edizioni EL Le parole del cuore La gentilezza è un modo di fare cortese e garbato nei confronti degli altri. Se siamo gentili con gli altri, in modo sincero, staremo anche meglio con noi stessi. io comprendo Quali sono le azioni gentili che il Cavaliere compie? Scrivile sotto ai disegni. Che cosa vuole insegnare questa fiaba? Segna con una X la risposta corretta. Con la gentilezza non si ottiene nulla. La vera forza è essere gentili e non uccidere. Per dimostrare forza e coraggio devi uccidere il drago. Io racconto Immagina che la principessa Arriccia apprezzi il gesto del cavaliere: quale potrebbe essere un diverso finale?Racconta.

Storie di magia e fantasia

Il Cavalier Gentile

La principessa Arriccia cerca marito. Vuole un cavaliere forte e coraggioso. - Mi dovrà portare un cuore di drago per dimostrarlo - dice, e arriccia il naso. Finora nessuno ci è riuscito.

Ci prova il Cavalier Gentile, che viaggia e chiede sempre tutto per cortesia.

- Avete un drago da queste parti, per cortesia?

Tutti gli dicono di no, ma gli chiedono aiuto per qualcosa. È così gentile!

- Mi aiuti a spostare la legna, per favore? - chiede un vecchio contadino.

- Mi aiuti a cacciare la volpe mangiagalline? - chiede una vecchietta.

E lui, gentilissimo, sposta un quintale di legna, caccia la volpe e salva le galline. Insomma, aiuta tutti.

Cambia ruote di carri, dà passaggi sul suo destriero, invita a cena un anziano signore senza un soldo.

Poi trova il drago.

- Per favore, non uccidermi! - piagnucola il drago.

Il Cavalier Gentile non lo uccide. Ha chiesto per favore. Così lo addomestica e si presenta da Arriccia.

- Ti ho portato un drago intero!

- Ma non l'hai ucciso. Non sei forte e coraggioso! - dice la principessa e arriccia il naso.

Così il Cavalier Gentile se ne va, anche se è davvero il più forte e coraggioso. È così coraggioso da conquistare il cuore di un drago e così forte da non uccidere.

 L. Walter, Storie brevi, molto brevi, molto molto brevi, Edizioni EL

io comprendo

 Quali sono le azioni gentili che il Cavaliere compie? Scrivile sotto ai disegni.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Che cosa vuole insegnare questa fiaba? Segna con una X la risposta corretta.

  Con la gentilezza non si ottiene nulla.

  La vera forza è essere gentili e non uccidere.

  Per dimostrare forza e coraggio devi uccidere il drago.