Dolci parole

Emozioni di tanti colori Dolci parole Questa mattina, Lola si sveglia con dolci parole nella bocca. - Sono qui - dice - le sento gonfiarsi sotto le mie guance! Lola vorrebbe dire le sue dolci parole a papà, ma è troppo tardi. Papà sta uscendo. Lola vorrebbe dire le sue dolci parole alla mamma. Ma la mamma è molto occupata. - Mamma, vorrei dirti… - sussurra Lola. - Più tardi, tesoro- risponde la mamma, - farai tardi a scuola. Nell’autobus, c’è troppo rumore per dire dolci parole. Il suo compagno di banco non è simpatico. Non gli dirà le sue dolci parole. Tornata a casa, Lola se ne va in giro a vuoto; è di cattivo umore. Quando arrivano i suoi genitori, Lola tiene il broncio. Non ha più nessuna voglia di dire le sue dolci parole… A cena, la carne le sembra dura, l’insalata le sembra dura, le mele sono dure e la limonata non sa di niente. - Che cos’hai Lola? Diccelo! - le chiedono mamma e papà. Lola pensa con tutte le sue forze: non dirò niente, non ne vale la pena, non dirò le mie dolci parole. Ma le guance si gonfiano, si gonfiano e all’improvviso Lola grida… “Mamma, papà vi voglio bene! Vi voglio bene! Vi voglio bene!” Finalmente Lola è riuscita a dire le sue dolci parole. Uscendo fuori, le dolci parole fanno subito effetto. Lola riceve delle coccole e dei baci… C. Norac, C.K. Dubois, Dolci parole, Babalibri Rifletto sulla lingua Scrivi sul tuo quaderno dieci parole con CI e CE (suoni dolci) e dieci con CHI e CHE (suoni duri). io comprendo Completa le frasi ed ottieni il riassunto della storia. Inizio Lola non riesce a dire le sue dolci parole perché… Il papà La mamma Sull’autobus Il suo compagno di banco Dopo Quando torna a casa, Lola… Se ne va in giro Il suo umore Sente il cibo Infine Quando finalmente le dolci parole riescono a uscire… Lola riceve Parlo di me In quali situazioni ti è facile dire “dolci parole”? Quando invece senti che le parole dolci non riescono a uscire?
Emozioni di tanti colori Dolci parole Questa mattina, Lola si sveglia con dolci parole nella bocca. - Sono qui - dice - le sento gonfiarsi sotto le mie guance! Lola vorrebbe dire le sue dolci parole a papà, ma è troppo tardi. Papà sta uscendo. Lola vorrebbe dire le sue dolci parole alla mamma. Ma la mamma è molto occupata. - Mamma, vorrei dirti… - sussurra Lola. - Più tardi, tesoro- risponde la mamma, - farai tardi a scuola. Nell’autobus, c’è troppo rumore per dire dolci parole. Il suo compagno di banco non è simpatico. Non gli dirà le sue dolci parole. Tornata a casa, Lola se ne va in giro a vuoto; è di cattivo umore. Quando arrivano i suoi genitori, Lola tiene il broncio. Non ha più nessuna voglia di dire le sue dolci parole… A cena, la carne le sembra dura, l’insalata le sembra dura, le mele sono dure e la limonata non sa di niente. - Che cos’hai Lola? Diccelo! - le chiedono mamma e papà. Lola pensa con tutte le sue forze: non dirò niente, non ne vale la pena, non dirò le mie dolci parole. Ma le guance si gonfiano, si gonfiano e all’improvviso Lola grida… “Mamma, papà vi voglio bene! Vi voglio bene! Vi voglio bene!” Finalmente Lola è riuscita a dire le sue dolci parole. Uscendo fuori, le dolci parole fanno subito effetto. Lola riceve delle coccole e dei baci…  C. Norac, C.K. Dubois, Dolci parole, Babalibri Rifletto sulla lingua  Scrivi sul tuo quaderno dieci parole con CI e CE (suoni dolci) e dieci con CHI e CHE (suoni duri). io comprendo  Completa le frasi ed ottieni il riassunto della storia. Inizio  Lola non riesce a dire le sue dolci parole perché… Il papà   La mamma   Sull’autobus   Il suo compagno di banco   Dopo  Quando torna a casa, Lola… Se ne va in giro   Il suo umore   Sente il cibo   Infine  Quando finalmente le dolci parole riescono a uscire… Lola riceve   Parlo di me  In quali situazioni ti è facile dire “dolci parole”?  Quando invece senti che le parole dolci non riescono a uscire?