Grigio-sporco

Storie di fantasia GRIGIO-SPORCO Nelle cantine umide e scure di una vecchia villa viveva Grigio-Sporco, un giovane fantasma. Il più grande problema della sua vita era da sempre il colore del suo... insomma di quel mantellone che ricopriva il suo corpo trasparente. Si sa, i fantasmi, da che mondo è mondo, sono sempre stati bianchi. Grigio-Sporco invece no! Lui era di un delicato, terribile grigio sporco, da cui era derivato il suo nome. Come se non bastasse, cento anni prima un'enorme macchia di vino rosso si era stampata sulla sua schiena, quando si era rifugiato in una damigiana dimenticata in un angolo buio della sua cantina. Da quel giorno aveva strani capogiri, rideva, svolazzava a testa in giù, nitrendo come un cavallo. Un giorno, però, accadde che... Rid. da Manuela Monari, È dura essere un fantasma, Ed. Il punto d'incontro Io comprendo Perché il fantasma si chiama “Grigio-Sporco”? Perché appartiene ad un gruppo speciale. Perché il mantello non è bianco. Io scrivo Come continua la storia? Scegli una delle immagini e prova a scrivere il finale.

Storie di fantasia

GRIGIO-SPORCO

Nelle cantine umide e scure di una vecchia villa viveva Grigio-Sporco, un giovane fantasma. Il più grande problema della sua vita era da sempre il colore del suo... insomma di quel mantellone che ricopriva il suo corpo trasparente. Si sa, i fantasmi, da che mondo è mondo, sono sempre stati bianchi. Grigio-Sporco invece no! Lui era di un delicato, terribile grigio sporco, da cui era derivato il suo nome. Come se non bastasse, cento anni prima un'enorme macchia di vino rosso si era stampata sulla sua schiena, quando si era rifugiato in una damigiana dimenticata in un angolo buio della sua cantina. Da quel giorno aveva strani capogiri, rideva, svolazzava a testa in giù, nitrendo come un cavallo. Un giorno, però, accadde che...

Rid. da Manuela Monari, È dura essere un fantasma, Ed. Il punto d'incontro 

Io scrivo

  Come continua la storia? Scegli una delle immagini e prova a scrivere il finale.