Una partita in due

La scuola, gli amici, i giochi UNA PARTITA IN DUE Sono sceso nel cortile per giocare. C'è il deserto. Stanno tutti guardando la TV. Ma io ho il mio pallone e due alberi a fare la porta. «Ed ecco il grande campione che calcia, STUUMMP, un gol stupendo!» Peccato, con un portiere ci sarebbe stato più gusto. Ecco che arriva Francesca e raccoglie il pallone. Mi sorride. La piazzo tra i pali e ricomincio la partita. Così c'è più soddisfazione a fare gol... Adatt. da Enza Emira Festa, La buffa bambina, Mondadori Io comprendo Come mai il bambino è da solo in cortile? Non abitano bambini nel vicinato. Tutti guardano la tv. Quale gioco fa il bambino in cortile? Palla avvelenata. Calcio. Perché non è soddisfatto del suo gol? Perché non c’è il pubblico. Perché non c’è il portiere. Chi arriva a giocare con lui? Giacomo. Francesca.Io scrivo Il bambino si diverte a giocare con Francesca? Sì. No. Perché?

La scuola, gli amici, i giochi

UNA PARTITA IN DUE

Sono sceso nel cortile per giocare. C'è il deserto. Stanno tutti guardando la TV. Ma io ho il mio pallone e due alberi a fare la porta. «Ed ecco il grande campione che calcia, STUUMMP, un gol stupendo!» Peccato, con un portiere ci sarebbe stato più gusto.

Ecco che arriva Francesca e raccoglie il pallone. Mi sorride.

La piazzo tra i pali e ricomincio la partita. Così c'è più soddisfazione a fare gol...

Adatt. da Enza Emira Festa, La buffa bambina, Mondadori

Io comprendo

  Come mai il bambino è da solo in cortile?

  Non abitano bambini nel vicinato.

  Tutti guardano la tv.

 Quale gioco fa il bambino in cortile?

  Palla avvelenata.

  Calcio.

 Perché non è soddisfatto del suo gol?

  Perché non c’è il pubblico.

  Perché non c’è il portiere.

 Chi arriva a giocare con lui?

  Giacomo.

  Francesca.

Io scrivo

 Il bambino si diverte a giocare con Francesca?     Sì.        No.

 Perché?